Officina elettrauto

Officina elettrauto a San Vincenzo

Officina Specializzata Opel

Siamo officina Specializzata Opel, che rappresentiamo dal lontano 1988, la più vecchia di tutta la Val di Cornia, nonché l’unica ancora attiva dopo la chiusura di ben tre concessionari di zona.

Officina PuntoPRO

Come dico sempre ai miei clienti, noi ci siamo ancora. È facile vendere auto senza preoccuparsi dell’assistenza di cui queste hanno bisogno in seguito. Così sarebbe come vendere una rivista, o un panino: la vendita chiude il rapporto con il cliente, noi No! Noi ci saremo anche dopo, quando quell’oggetto del vostro desiderio invecchierà e avrà bisogno di essere seguito da mani attente ed esperte. Perciò continuo ad investire in nuove attrezzature al passo con i tempi, ma soprattutto nella mia formazione e in quella dei miei dipendenti tramite stage e corsi. Proprio per questo abbiamo conseguito diverse certificazioni che qualificano il nostro operato in diversi campi.

I prezzi? Provate a farci lavorare, vi dimostreremo la nostra professionalità facendovi spendere il giusto, ritirare la vettura all’ora stabilita del giorno prefissato, rispettando l’importo preventivato, dato che al giorno di oggi è diventato quasi un miraggio.
Vi aspettiamo per metterci alla prova.

Stefano e il suo staffAutomar
    1. Riparazione di qualsiasi veicolo fino a 35 q.li di portata
    2. Certificazione Clima Expert BOSCH
    3. Qualifica PES-PAV per manutenzione veicoli elettrici e ibridi
    4. Area FAP
    5. Officina PuntoPRO – trovi il volantino più recente qui

Breve storia dell’officina

L‘Automar di San Vincenzo nasce nel novembre del 1987, quando rilevando la già presente officina dell’ormai defunto Mario Cobelli, iniziò la mia avventura da 19enne, con poca esperienza ma tanta passione. Fin da piccolo mi hanno sempre intrigato i motori, che fossero per spingere un 2, 3 o 4 ruote e dall’età di 14 anni, con il mio primo ciclomotore (una vespa 50cc tre marce), ho iniziato a smontare, rimontare e modificare tutto quello che mi passava tra le mani. Prima un paio di cacciaviti, delle pinze, una serie di chiavi aperte e una di gotti esagonali, bastavano per riparare i pochi mezzi circolanti, privi di elettronica e costruiti per durare nel tempo. Oggi purtroppo cambiando l’economia, fra oneri da corrispondere, macchinari da comperare, la passione, nonostante sia sempre forte, fa quasi da sfondo nel mercato automobilistico, che si evolve sempre più per soddisfare le necessità dei clienti.